Incontro del 17 maggio: un successo!

Successo del primo incontro pubblico organizzato dall'Associazione MonzAttiva su "Economia Circolare e Nuove Professioni". Più di sessanta persone presenti ed interessate al tema di uno sviluppo economico attento a massimizzare il numero ed il ciclo di utilizzo dei prodotti nell'ottica del principio delle 3 R (Ridurre gli sprechi, Riusare i Prodotti e Riciclare) strettamente legato alla necessità di avere a disposizione un cammino di formazione delle nuove professionalità necessarie a sostenerlo e realizzarlo.

Dopo l'introduzione del Presidente Carlo Abbà, che ha ricordato scopi ed obiettivi dell'Associazione, ci sono stati gli interventi dei relatori, molto apprezzati dal pubblico.

La Dottoressa Nicoletta Ravasio, primo ricercatore del CNR-ISTM, ha parlato di Economia Circolare, del suo stretto legame con la bio-economia e di Simbiosi Industriale, dove lo scarto di un settore industriale può divenire materia prima per un altro. Ha portato esempi concreti come la produzione di materiale isolante per la bio-edilizia, ottenuto dalla combinazione di lana di scarto e paglia di riso e la realizzazione di prodotti cosmetici dagli scarti rimasti in una tazzina di caffè.

La Professoressa Lucia Visconti Parisio, della Università degli Studi Milano Bicocca, ha parlato di crescita dell'economia circolare, di salvaguardia dell'ambiente e dell'ecosistema globale, legandoli alla necessaria creazione di nuove professionalità ed alla riqualificazione professionale e ricordando a tal proposito i dottorati industriali dell'Università degli Studi Milano Bicocca, organizzati in collaborazione con le imprese ed indirizzati uno a chi ha già un lavoro e l'altro ai giovani Under 30.

La Dottoressa Greta Moretti, Consigliere Comunale di Verbania e collaboratrice di Mani Tese, ha presentato il progetto concreto del "Polo del Riuso" di Verbania, operativo come punto di raccolta di scarti, vendita o scambio di oggetti, rimessi in circolo dopo una attività di riparazione e rielaborazione".

L'ampia gamma di commenti di rappresentati del mondo dell'industria e dell'artigianato, della formazione universitaria, superiore e post-superiore, del mondo sindacale e, non ultimi, di realtà locali e nazionali coinvolti in attività di economia circolare, hanno consentito di ampliare i punti di vista e di mettere in evidenza la centralità socio-economica dell'argomento proposto in questo primo evento della Associazione.

Galleria immagini